about



Roberto Ago is a visual critic and artist-iconologist. He plunges into the hypertext of the vision like an archeologist explores soil stratification, devoting himself to a creative hermeneutics which, although inspired by the great Warburghian tradition, he primarily devises to investigate contemporaneity, setting forth interpretation, deconstruction and criticism of iconic evidences from the most disparate environments and mainly from visual arts. Alongside a long-standing activity as a writer – he collaborates for a number of renowned art magazines reviewing famous artists – Ago is welcomed in Italian and foreign galleries and art museums where he relishes on showing the precipitates of his research. /

Roberto Ago è un critico visuale e un artista-iconologo. Immerso nell'ipertesto della visione come un archeologo nella stratigrafia del terreno, dedito a un'ermeneutica creativa volta a indagare, ancorché ispirata alla grande tradizione warburghiana, in primo luogo la contemporaneità, si produce nell'interpretazione, decostruzione e critica di reperti iconici rinvenuti negli ambiti più disparati, a cominciare naturalmente dalle arti visive. Parallelamente a una continuativa attività di scrittura, che lo vede collaborare con importanti magazine d'arte contemporanea per i quali ha pubblicato numerosi articoli e saggi monografici, Ago è ospite di importanti gallerie e musei sia italiani che esteri, dove ama esporre i precipitati delle sue indagini.

Dario Paiagal